Corsi di Tibetano

Perché imparare il tibetano?

La lingua tibetana è uno strumento di base indispensabile per tutti coloro che siano interessati al Buddhismo, alle tradizioni, alle scienze e alla cultura tibetane.
Ciò che definiamo “lingua tibetana classica” è un linguaggio altamente sofisticato, tecnico e specializzato, utilizzato in Tibet in particolare per formulare temi relativi al Dharma. Questa lingua è rimasta praticamente invariata negli ultimi mille anni. È uno strumento che dà accesso privilegiato alle meraviglie di quel mondo, che è molto difficile da tradurre in altre lingue, con tutte le sue sottigliezze, immagini, tecnicismi e formulazioni particolari.
La lingua tibetana non è stata solo utilizzata per conservare e trasmettere la maggior parte della letteratura buddhista indiana in traduzione, ma è stata ed è ancora lo strumento espressivo di maestri tibetani, yogi e studiosi di grande erudizione e realizzazione.
La conoscenza della lingua tibetana classica è particolarmente utile per i praticanti delle tradizioni spirituali tibetane ed è una risorsa inestimabile per gli studenti di medicina, arte e altre scienze tradizionali.

I nostri corsi

L’FPMT Italia offre tre livelli di corsi di tibetano:

  • Corso di base – La lingua tibetana del Dharma
  • Laboratorio di traduzione – Livello intermedio
  • Laboratorio di traduzione – Livello avanzato

Per permettere a chiunque la partecipazione, tutti i nostri corsi sono serali, hanno cadenza settimanale e si svolgono in modalità online attraverso la piattaforma Zoom. Le lezioni vengono registrate e possono essere riviste per un periodo di almeno 60 giorni.

Corso di base – La lingua tibetana del Dharma

Il corso di base – suddiviso in 2 moduli – permette di apprendere l’alfabeto tibetano, la sua fonetica, la composizione della sillaba, i fondamenti di morfologia lessicale e di grammatica, gli elementi di base della sintassi della frase e del periodo, nonché l’uso dei dizionari e di altre risorse elettroniche per lo studio della lingua.
L’obiettivo del corso è fornire una conoscenza di base del tibetano classico, dotando gli studenti degli strumenti teorici e pratici necessari ad acquisire competenze elementari di lettura, comprensione e traduzione dei testi.

Requisiti di accesso: Il corso non prevede alcun requisito di accesso. È comunque raccomandabile disporre di una certa quantità di tempo per lo studio individuale (almeno 2-3 ore settimanali).
Modalità di partecipazione: Il corso si svolge in modalità online attraverso la piattaforma Zoom. Gli incontri verranno registrati e potranno essere rivisti per un periodo di almeno 60 giorni.
Durata: La durata complessiva del corso (primo e secondo modulo) è di 6 mesi e prevede lezioni serali settimanali di 2 ore ciascuna, a cui si aggiungono sessioni settimanali facoltative di esercitazione, organizzate in turni flessibili.

1°MODULO

Date e orari
Il primo modulo si terrà tutti i giovedì a partire dal 13 Gennaio fino al 3 Marzo. L’orario delle lezioni è dalle 18:30 alle 20:30, cui si aggiungerà un’ora di esercitazione in orario da stabilire (facoltativa). In caso di elevato numero di partecipanti offriremo più turni di esercitazione.

Contenuti: Nel primo modulo studieremo l’alfabeto tibetano, la composizione della sillaba, alcuni elementi morfologici e le basi per l’uso dei dizionari. Lo scopo è dotare lo studente di tutti gli elementi necessari alla lettura di testi in lingua tibetana e consentire l’individuazione delle parole.

2°MODULO

Date e orari
Il secondo modulo si terrà tutti i giovedì a partire dal 10 Marzo fino al 16 Giugno. L’orario delle lezioni è dalle 18:30 alle 20:30, cui si aggiungerà un’ora di esercitazione in orario da stabilire (facoltativa). In caso di elevato numero di partecipanti offriremo più turni di esercitazione.

Contenuti: Nel secondo modulo affronteremo tutti quegli elementi grammaticali che costruiscono le relazioni fra gli elementi della frase tibetana, facendo largo uso di esempi tratti da testi classici tibetani. Lo scopo è dotare lo studente di tutti gli strumenti necessari alla comprensione di un testo; in particolare, lo studente sarà in grado di ricondurre le traduzioni ai testi tibetani originali, riconoscendo termini tecnici ed elementi grammaticali.

Per entrambi i moduli è fortemente auspicata la partecipazione attiva degli studenti ed è raccomandabile disporre di una certa quantità di tempo per lo studio individuale (almeno 2-3 ore settimanali) di modo da rimanere al passo con le lezioni.

REGISTRAZIONI

Le lezioni frontali saranno registrate per consentire lo studio e il ripasso. Non sono invece registrate le esercitazioni.

In base al numero di iscritti costituiremo dei turni di esercitazione nelle ore serali. Chi non potesse partecipare alle esercitazioni riceverà comunque il materiale per esercitarsi autonomamente. Le esercitazioni non sono registrate.

ISCRIZIONI

Il contributo richiesto per il primo modulo è di €120 e di €240 per il secondo, con uno sconto se ci si iscrive a entrambi i moduli: €290 euro invece di €360.

Per il pagamento, la scelta preferenziale è il bonifico, che va indirizzato a:
Fondazione FPMT Italia (Fondazione per la Preservazione Tradizione Mahayana)
Via Poggiberna, 9
56040 – Pomaia di Santa Luce (PI)
IBAN: IT81J0501802800000015112303
Causale: Corso di tibetano modulo 1 (o moduli 1 e 2)

Vi domandiamo cortesemente di inviare conferma del vostro interesse e i dettagli del versamento a traduzioni@fpmt.it.


Laboratorio di traduzione – livello intermedio

Nel laboratorio di livello intermedio sono approfonditi gli aspetti più complessi della grammatica e dello stile compositivo della lingua tibetana classica, attraverso l’analisi di differenti tipologie di testi e generi letterari. Momenti di approfondimento teorico si alternano a sessioni di traduzione guidata di passaggi tratti dai grandi classici del Dharma tibetano. Il processo di traduzione guidata prevede la partecipazione attiva da parte degli studenti.
Requisiti di accesso: Avere concluso il corso di base o comunque possedere una conoscenza di base della grammatica tibetana classica.
II laboratorio di livello intermedio è iniziato mercoledì 29 settembre 2021.
Per durata, costi, orari e modalità di partecipazione al laboratorio vedi la sessione più in basso.

Laboratorio di traduzione – livello avanzato

Il laboratorio di livello avanzato permette di affinare ulteriormente le proprie abilità di traduzione. Nell’intervallo tra un incontro e l’altro gli studenti sono invitati a preparare la traduzione di un passo, che viene poi discussa con l’insegnante e con il gruppo. Durante gli incontri viene anche richiesto ai partecipanti di condurre a turno il processo di traduzione. A differenza di quanto avviene nel livello intermedio (nel quale si affrontano di volta in volta passi tratti da testi differenti), in questo laboratorio il lavoro si concentra su un singolo testo fino ad ultimarne la traduzione, che sarà dunque il frutto di un impegno corale e condiviso. In un secondo tempo il testo così tradotto, a seguito di un processo di revisione, sarà destinato alla pubblicazione; i partecipanti al laboratorio potranno allora leggere il proprio nome fra i membri del team di traduzione menzionati in capo al volume.
Requisiti di accesso: Possedere un discreto livello di autonomia nel processo di traduzione; essere in grado di cimentarsi in traduzioni all’impronta.
II laboratorio di livello avanzato è iniziato lunedì 4 ottobre 2021.

Durata, costi, orari e modalità di partecipazione ai due laboratori (intermedio e avanzato)

Durata: Entrambe le attività sono concepite come “laboratori permanenti”: ciò significa che gli incontri proseguiranno indefinitamente, interrompendosi solo per le vacanze natalizie ed estive.
Costi: È possibile iscriversi ai laboratori in una delle seguenti modalità:

  • versando un contributo di € 180 per trimestre (primo trimestre: settembre-dicembre; secondo trimestre: gennaio-marzo; terzo trimestre: aprile-giugno);
  • versando un contributo di € 365 (1 euro al giorno) per l’intero anno accademico (settembre-giugno).

N.B. Se hai scoperto tardi l’esistenza dei laboratori e vorresti iniziare a frequentarli al di fuori dei periodi previsti per l’iscrizione, scrivi un’e-mail a traduzioni@fpmt.it e troveremo una soluzione per te!
Modalità di partecipazione: Entrambi i laboratori si svolgono in modalità online attraverso la piattaforma Zoom. Gli incontri verranno registrati e potranno essere rivisti per un periodo di almeno 60 giorni.

Date e orari
:

  • Livello intermedio: tutti i mercoledì (a partire dal 29 settembre) con orario 18:00-20:00;
  • livello avanzato: tutti i lunedì (a partire dal 4 ottobre) con orario 18:00-20:00.

N.B. Nel caso in cui il giorno prescelto fosse incompatibile con le tue esigenze, contattaci indicando le tue disponibilità e faremo del nostro meglio per trovare una soluzione.
Partecipare ad entrambi i livelli: L’iscrizione ai laboratori consente di partecipare in modo attivo soltanto a uno dei due livelli, ma permette di assistere all’altro in qualità di uditori. In questo modo è possibile moltiplicare le occasioni di apprendimento della lingua tibetana e del processo di traduzione.
Individuare il livello adatto alle proprie capacità / Cambiare livello: la scelta del livello al quale iscriversi è generalmente lasciata all’autovalutazione dello studente. Qualora dovessi incontrare delle difficoltà in merito, contattaci pure: ti aiuteremo a stabilire quale sia il livello più appropriato per te in questo momento. In qualunque caso, una volta effettuata l’iscrizione, sarà possibile cambiare livello in qualunque momento, previo colloquio con l’insegnante.

Iscrizioni e pagamento

Le iscrizioni al Corso di base – La lingua tibetana del Dharma apriranno nel mese di dicembre 2021.
Sono aperte le iscrizioni ai due laboratori (intermedio e avanzato).
Per iscriversi ai laboratori è sufficiente effettuare il pagamento tramite bonifico bancario ed inviare un’email a traduzioni@fpmt.it allegando la ricevuta del bonifico e indicando il livello del laboratorio a cui si intende partecipare (intermedio o avanzato).
Si ricorda che, per ciascuno dei due laboratori, la quota di partecipazione è di € 180 per un singolo trimestre oppure di € 365 per l’intero anno accademico.
Le iscrizioni relative al primo trimestre di attività terminano il 22 settembre 2021.

Di seguito le coordinate per il bonifico:
Fondazione FPMT Italia (Fondazione per la Preservazione Tradizione Mahayana)
Via Poggiberna, 9
56040 – Pomaia di Santa Luce (PI)
IBAN: IT81J0501802800000015112303
Causale: Laboratorio di tibetano


I nostri insegnanti

Fabian Sanders: Conduce, in alternanza con altri insegnanti, il corso di base e i due livelli del laboratorio di traduzione. Da sempre attratto dalle tradizioni spirituali, particolarmente quelle orientali, ha studiato inizialmente il cinese, passando poi al sanscrito e infine al tibetano all’università Ca’ Foscari di Venezia e in numerosi viaggi e soggiorni di studio in Asia. Ottenuto il dottorato di ricerca ha insegnato lingua e letteratura tibetana nella medesima università per dodici anni. Negli ultimi anni lavora come traduttore free lance e tiene corsi di lingua e conferenze su numerosi temi in vari paesi Europei e delle Americhe. Oltre a un certo numero di articoli ha pubblicato ‘La lingua tibetana classica’ (Hoepli, 2016), il primo manuale dedicato a questa lingua in italiano.

Margherita Pansa: Conduce, in alternanza con gli altri insegnanti, i due laboratori di traduzione (intermedio e avanzato) e le esercitazioni incluse nel corso di base. Laureata in Lingue e Civiltà Orientali all’Università di Roma “La Sapienza” con una tesi in Tibetologia, ha poi completato nel 2012 il dottorato presso l’Università Ca’ Foscari di Venezia. Dal 2012 occupa della riorganizzazione e della catalogazione del fondo di testi tibetani del centro di Merigar (Arcidosso) ed è referente della biblioteca per ricerche bibliografiche e le visite culturali. Si occupa anche dell’organizzazione di corsi di lingua tibetana, della redazione di articoli e pubblicazioni nel campo della tibetologia e di consulenza linguistica.

Chiara Mascarello: Conduce, in alternanza con gli altri insegnanti, i due laboratori di traduzione (intermedio e avanzato) e le esercitazioni incluse nel corso di base. Nel 2018 consegue il Dottorato di Ricerca in Filosofia (Padova) con una tesi sull’autoconsapevolezza nel buddhismo tibetano e sul suo contributo al dibattito attuale sulla mente. Approfondisce la ricerca presso Sera Jey Monastic University (India), UMA Institute for Tibetan Studies (USA), Universität Hamburg e Mind and Life. Collabora con le Università di Padova, Pisa, Udine e Venezia, dove tiene un insegnamento di lingua tibetana. Dal 2013 è traduttrice e interprete dal tibetano, anche all’estero. Investiga sulle tradizioni e gli studi contemplativi e sulle attuali applicazioni della meditazione.

Francesco Tormen: Conduce, in alternanza con gli altri insegnanti, il corso di base e i due laboratori di traduzione. Ha ottenuto il dottorato di ricerca in Filosofia presso l’Università di Padova. Dal 2012 al 2015 è stato Visiting researcher presso l’Università monastica tibetana di Sera Jey (Karnataka, India) ed in seguito ha sempre lavorato come traduttore e interprete dal tibetano. Dal 2020 insegna Lingua tibetana presso l’Università Ca’ Foscari di Venezia. Recentemente ha pubblicato contributi riguardanti la filosofia Madhyamaka, lo yoga tibetano del sogno e le interconnessioni tra le pratiche contemplative buddhiste e neuroscienze.