Caricamento Eventi

VERSO UNA NUOVA CIVILTÀ – LA VIA DEL KALACHAKRA

Un approccio spirituale alla trasformazione ecologica, sociale e personale

6 incontri serali online con
Andy Wistreich

Ogni giovedì dalle 20:30 alle 22:00

Dal 21 aprile al 26 maggio 2022

🇬🇧 Go to the english course

Un corso organizzato da quattro centri della FPMT Italia: Centro Lama Tzong Khapa (Treviso); Centro Ewam (Firenze); Nyingje Ling (Verona); Thubten Kunkyen (Napoli).

Questo programma è stato creato per i tempi che stiamo vivendo. Si basa sull’antica tradizione buddhista di Kalachakra, la “Ruota del Tempo”, che osserva il sorgere e il declino della vita individuale, degli universi e delle civiltà come ciclici e interconnessi. All’interno di un progetto per creare una “tradizione Kalachakra” per il 21° secolo, questo programma esplora la nostra crisi attuale e come noi, individui, possiamo partecipare alla creazione di una nuova civiltà.

La chiave della sopravvivenza umana

“Il nostro mondo sta diventando una comunità unica. Ci stanno unendo i gravi problemi della sovrappopolazione, della diminuzione delle risorse naturali e di una crisi ambientale che minaccia le basi stesse della nostra esistenza su questo pianeta. I diritti umani, la protezione dell’ambiente e una maggiore uguaglianza sociale ed economica sono tutti correlati. Credo che per affrontare le sfide del nostro tempo, gli esseri umani dovranno sviluppare un maggiore senso di responsabilità universale. Ognuno di noi deve imparare a lavorare non solo per se stesso, per la propria famiglia o nazione, ma per il beneficio di tutta l’umanità. La responsabilità universale è la chiave della sopravvivenza umana. È il miglior fondamento per la pace nel mondo.”

– Sua Santità il Dalai Lama

IL PERCORSO
L’intero percorso, che si sviluppa su sei incontri online tramite Zoom, sarà molto interattivo: sono previste delle sessioni di scambio e confronto, che saranno guidate da Andy Wistreich.

Andy parlerà in inglese e sarà tradotto simultaneamente in italiano. Sarà possibile anche ascoltare il corso in spagnolo e in russo.

IL PROGRAMMA

  1. Vedere attraverso e oltre la cultura barbara
    Il Kalachakratantra parla della cultura barbara come la dottrina o l’ideologia dei materialisti che utilizzano la violenza e la crudeltà per perseguire i loro obiettivi narcisistici sociopatici. Possiamo vedere che questa cultura prevale manifestamente in molte parti del mondo oggi. Cominciamo esplorando le radici di questa ideologia dannosa, e poi consideriamo un modo radicalmente positivo di vedere attraverso e oltre questo modello: il puro Dharma della saggezza e della compassione, il cui seme si trova nel cuore di ogni essere vivente, semi di trasformazione ecologica, sociale e personale positiva. Le loro piantine stanno già germogliando ovunque nei cuori di coloro che riconoscono e rifiutano la distruttività della barbarie.
  1. Il processo di collasso della società e come rispondere positivamente
    La nostra civiltà globale che promuove l’avidità, l’egoismo e la competizione aggressiva sta crollando. Ci ha trascinato in una spirale di estinzione delle specie, di collasso sociale, economico, agricolo e politico. Le strutture politiche ed economiche del mondo non fanno nulla per fermarlo, perché sono completamente investite nel vecchio ordine. Un numero enorme di esseri viventi affronta minacce alla vita, al benessere, alla coesione della comunità e all’ambiente. Come dovremmo noi, come portatori di semi del puro Dharma di saggezza e compassione, relazionarci positivamente ed efficacemente a questo processo? Rifiutando l’avidità, abbracciando la responsabilità universale che si prende cura di tutti gli esseri incondizionatamente, e partecipando all’embrione di culture pacifiche ed ecologicamente armoniose.
  1. Adattamento profondo
    Riconoscendo la probabilità del collasso, molti movimenti di adattamento profondo stanno emergendo in tutto il mondo. Basati su un lavoro interiore personale, e consapevoli delle necessità di sviluppare processi e forme di novità, questi movimenti lavorano per sviluppare la resilienza interiore ed esteriore, la rinuncia a ciò che non ci serve, il ripristino di forme culturali sane abbandonate, e la riconciliazione con la trascendenza spirituale. L’aspetto interiore dell’adattamento profondo è il percorso di assunzione della responsabilità universale fino all’illuminazione altruistica non duale. Questi tempi di crisi rendono questo cammino molto più potente e rapido che in tempi di inerzia e stabilità sociale.
  1. Armonizzare gli elementi
    Le culture tradizionali riconoscono gli elementi di terra, acqua, fuoco, aria e spazio. Questi elementi sono intimamente connessi alla coscienza, per cui quando la coscienza è disturbata, gli elementi diventano caoticamente disarmonici. Questo può causare catastrofi naturali ed ecologiche, così come gravi danni alla salute e al benessere degli individui e delle popolazioni. I metodi che riarmonizzano gli elementi all’interno dell’individuo, non solo beneficiano quella persona, ma hanno un impatto più ampio sulla società e l’ambiente. Tali pratiche possono ripristinare la stabilità interna ed esterna e l’equilibrio dell’armonia elementare.
  1. Oltre il patriarcato
    Uno dei principi fondamentali della nostra dannosa civiltà è il patriarcato, che per migliaia di anni ha condizionato la maggior parte delle culture umane. Non solo comporta la sottomissione della donna e del femminile in tutti, ma genera anche l’abuso brutale di madre natura, l’imperialismo e il colonialismo, la schiavitù e il razzismo. Ha portato alle disuguaglianze sociali estreme di cui siamo testimoni oggi nel mondo. A meno che e finché non emergeremo collettivamente dall’era del patriarcato, queste oppressioni continueranno. Il superamento del patriarcato inizia all’interno dell’individuo, femmina, maschio o altro, che ha assorbito millenni di condizionamento culturale. Quando armonizziamo e trascendiamo la dualità dei nostri aspetti femminili e maschili, possiamo andare oltre e alla fine raggiungere l’armonia interiore dell’inseparabilità. Questo diventa una potente risorsa per sostenere gli altri e aiuta a trasformare l’intera cultura.
  1. La nuova civiltà
    Il Kalachakratantra parla di una nuova civiltà che emerge dalla dissoluzione della cultura barbara. Chiama questa civiltà Shambhala. Questa civiltà è non-oppressiva, al di là del patriarcato ed è  basata sull’armonia ecologica degli elementi interni ed esterni. Mentre la vecchia civiltà crolla, ci sono già molti segni in tutto il mondo, di questa nuova eco-civiltà emergente che mette radici. Per contribuire alla sua creazione, possiamo purificarci attraverso la saggezza e la compassione, trasformando il nostro egoismo in responsabilità universale. Come impegnarci praticamente nel processo esterno dipende dalla nostra situazione personale, dalle nostre capacità e  predisposizioni. Le opportunità per un impegno pratico positivo si trovano ovunque, mentre il vecchio sistema perde gradualmente la sua presa.

COME PARTECIPARE AL PERCORSO

Il primo incontro è completamente gratuito e aperto a tutti.

Credenziali Zoom per il primo incontro:
https://us02web.zoom.us/j/83018855920?pwd=SDVUN3NzMzlCUjhkTVloL05QSEdJUT09
ID: 830 1885 5920

Passcode: 977691

PER ISCRIVERSI ALL’INTERO PERCORSO:
E’ necessario registrarsi
inviando una mail a 
eventi@fpmt.it con:
– Nome e cognome
– Mail
– Numero di telefono
– Ricevuta di avvenuto pagamento

Grazie al progetto “Dharma 2.0”, che ha contribuito alla sostenibilità del corso, è possibile partecipare con un contributo di 50€.

Dopo aver inviato la mail riceverai le credenziali di Zoom per accedere all’intero percorso.

Puoi versare il contributo:

  • Tramite Conto Corrente IT81J0501802800000015112303
    Intestato a: Fondazione FPMT Italia
    Causale: Kalachakra
  • Tramite Paypal: https://bit.ly/3ioNgks
    Messaggio: Kalachakra


Iscriviti o chiedi informazioni scrivendo a

eventi@fpmt.it

L’INSEGNANTE

Andy Wistreich vive nel sud-ovest dell’Inghilterra con sua moglie Shan. Sono membri del Gruppo di Studio Saraswati, dove propongono il corso di studi FPMT Basic Program. Andy studia, pratica e insegna all’interno della FPMT da 40 anni. Ha insegnato il corso “Kalachakra e la Nuova Civiltà” nel 2020 e ha condotto un ritiro su queste tematiche nel 2021. Egli pone molta enfasi nel portare il Dharma nella cultura del XXI secolo, con particolare riferimento alle sfide del nostro tempo.


Questo corso è stato realizzato anche grazie al contributo dell’8×1000 dell’Unione Buddhista Italiana.